RX

The inspiration for the Rx project comes from the fascination that nature expresses in its greatness and the positive influence it has on me. In particular, I wanted to observe the flowers in macrophotography, because they transmit to me vibrations and emotions that are difficult to express in words and which I therefore tried to reproduce aesthetically. For this photographic project I made use of macro lenses and the language of black and white, because I realized that these photographs are almost x-rays, which not only capture the physical form of the flower but almost highlight the vibrational aura.
Rx is a project that encourages, through a careful photographic narration, to look beyond the form, therefore not only visually, but “feeling” the vibrations of what we observe. To do this it is necessary to stop and integrate with the subject, as if it were a kind of meditation.

L’ispirazione per il progetto Rx nasce dal fascino che la natura esprime nella sua grandezza e l’influenza positiva che ha su di me. In particolare ho voluto osservare i fiori in macrofotografia, perché mi trasmettono delle vibrazioni e delle emozioni difficili da esprimere a parole e che ho cercato, dunque, di riprodurre esteticamente. Per questo progetto fotografico ho fatto uso di obiettivi macro e del linguaggio del bianco e nero, perché mi sono reso conto che questi scatti fotografici sono quasi delle radiografie, che non colgono soltanto la forma fisica del fiore ma quasi evidenziano l’aura vibrazionale.
Rx è un progetto che sprona, attraverso una narrazione fotografica attenta, a guardare oltre la forma, quindi non soltanto visivamente, ma “sentendo” le vibrazioni di ciò che osserviamo. Per fare questo è necessario fermarsi e integrarsi con il soggetto, come se fosse una sorta di meditazione.