RILEGGERE LA CITTÀ

It is a project that includes a set of sub-projects and subtitles that draws inspiration from wanting to reinterpret the already known face of many cities. In fact, the cities I have been studying for now, mainly Italian, are historically famous and full of monuments known all over the world. They are cities photographed a million of times and in all ways. Therefore, I find it interesting the challenge of reinterpreting them from my point of view. The photographic works that I have created are unique images both for the technique used and for the visual interpretation. In fact to get my goal I have made use of Polaroid equipment which allowed me to use an exclusive language. In the next phase I have made use of a scanner to have the possibility of making the final works in large format as they have been conceived.
The photographs I made are the poetic narration of the cities, through a dreamlike gaze, so that the observer can find a renewed interest in looking at places and objects, which although of marvelous beauty, are now inflated and reproduced an infinite number of times in postcard style.

Rileggere la città è un progetto che comprende un insieme di sotto progetti e sottotitoli, che trae ispirazione dal voler reinterpretare il volto già noto di molte città.
Infatti quelle che ho preso in analisi, per ora soprattutto italiane, sono storicamente famose e piene di monumenti iconici conosciuti in tutto il mondo. Sono fotografate milioni di volte e in tutti i modi, pertanto trovo interessante la sfida di reinterpretarle dal mio punto di vista. Le opere fotografiche che ho realizzato sono immagini uniche sia per interpretazione visiva sia per la tecnica utilizzata. Infatti, per raggiungere il mio obiettivo mi sono avvalso di attrezzature Polaroid che mi hanno permesso di utilizzare un linguaggio esclusivo. Nella fase successiva mi sono avvalso di scanner per avere la possibilità di rendere le opere finali di grande formato, dando vita all’idea iniziale. Le fotografie che ho realizzato sono la narrazione poetica delle città, attraverso uno sguardo onirico. In questo modo, l’osservatore può trovare un rinnovato interesse nel guardare luoghi e oggetti, che seppur di meravigliosa bellezza, sono ormai inflazionati e riprodotti un’infinità di volte in stile cartolina.

POLAFLORENCE

POLA MILAN